team

(english text below)

Curatela e Art Project Management

Bea Beatrice Zanelli (1982), storica dell’arte e curatrice. Nel 2008 si laurea in Storia e tutela del patrimonio archeologico e storico-artistico all’Università degli Studi di Torino e nel 2016 consegue il PhD in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica al Politecnico di Torino. Dal 2007 al 2011 lavora presso l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino, occupandosi della catalogazione e del riordino del patrimonio storico-artistico conservato nel Gabinetto dei Disegni e delle Stampe e nelle sale e nei depositi della Pinacoteca Albertina, oltre ad assistere alla curatela di eventi. Nel 2010 fonda Arteco, associazione con la quale cura progetti legati alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico, alla promozione di giovani artisti e all’educazione. Dal 2013 al 2015 si occupa delle attività del Dipartimento Educazione della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, in gestione ad Arteco, e ne segue oggi la parte di coordinamento condiviso.


Educational curators

Marta Marta Di Vincenzo (1982). Architetto, dopo la Laurea di I livello in Storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali, nel 2007 consegue la Laurea Magistrale in Architettura presso il Politecnico di Torino. Scrive per riviste d’arte e di architettura fra Belgio, Italia e Inghilterra. Nel 2009 contribuisce all’ideazione e alla curatela del progetto PLinto, sostenuto dal Politecnico di Torino. L’anno seguente co-fonda Yellowbasket srl – prima realtà commerciale multicanale italiana completamente dedicata al design per bambini – e la piattaforma Yellowbasket Officina, attiva nel settore dell’educazione e dell’organizzazione di eventi legati al design. Nel 2015 collabora con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, con l’Institute for Production of Wonder e, come volontaria, con il gruppo Exhibitioff e il progetto Toyssimi e inizia a lavorare per l’Alliance française di Torino come responsabile del Dipartimento comunicazione. Dallo stesso anno collabora con Arteco.

Ersilia Ersilia Rossini (1982) si laurea nel 2008 in Metodologia e Storia del museo, del restauro e delle tecniche artistiche presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2010 consegue il Diploma di Master in Curatore d’arte contemporanea presso Sapienza – Università di Roma e nel 2016 il diploma presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dell’Università degli Studi di Genova. Si è occupata di catalogazione, collaborando in più occasioni con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio del Piemonte.  Dal 2010, oltre a dedicarsi ad attività di promozione culturale e ricerca storico-artistica, si occupa principalmente di educazione museale, collaborando con diverse istituzioni, tra cui la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica e la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli.


Consigliere

Cafagna Fabio Cafagna (1983) ha svolto un dottorato di ricerca in Storia della Critica d’Arte presso Sapienza – Università di Roma (2015). Il suo progetto di ricerca, intitolato Forme e significati del corpo. Per una storia dei rapporti tra anatomia artistica e iconografia anatomica nella Torino del XIX secolo, ha previsto la ricostruzione della storia ottocentesca della cattedra di anatomia artistica dell’Accademia di Belle Arti di Torino. Interessato ai rapporti tra arte e scienza, si è laureato nel 2009 con una tesi dal titolo Indizi, sintomi, impronte. Esperienze artistiche e scientifiche nell’Ottocento, poi pubblicata con lo stesso titolo l’anno successivo. Nel 2010 è stato assegnista dell’Accademia Nazionale di San Luca di Roma, per la quale ha condotto una ricerca sulle cere anatomiche italiane dell’Istituto Wellcome di Londra. Dal 2014 è cultore della materia in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università degli Studi dell’Insubria (Como). Dal 2008 ha collaborato alla schedatura del patrimonio della GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, e nel biennio 2010-11 ha catalogato per la Regione Piemonte il fondo di incisioni contemporanee del Gabinetto delle stampe e dei disegni della Biblioteca dell’Accademia Albertina di Torino.


Segreteria organizzativa e comunicazione Marina Valfrè


Fundraiser

Checco Francesco La Rocca (1983). Nel 2007 si laurea in Sviluppo e Cooperazione all’Università degli studi di Torino. Tra il 2007 ed il 2010 lavora come Project Assistant per un progetto di Cooperazione internazionale in Africa Occidentale Francofona ed Est-Europa. Nel 2011 si laurea in Relazioni Internazionali e Diritti Umani. Nel 2012 vince il Master dei Talenti della Fondazione CRT a Bruxelles come Policy Officer e EU Project Assistant. Oggi è responsabile progetti ed internazionalizzazione per la Cooperativa Sociale Synergica.


Mediatori ed educatori museali

feli Felipe Aguila (1977) è un artista che vive e lavora a Torino. Ha frequentato la Universidad de Chile, Facoltà di Arti Visive, dove si è laureato nel 1998, specializzandosi in pittura. Nel 2000 vince una borsa di studio che gli consente d’iscriversi all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, dove ha frequentato il corso di pittura fino al 2004. Entra a far parte del team Arteco nel 2017.

010618 1st June 2018 Foreo Francesca Bocasso (1982) laureatasi a Torino e specializzatasi a Genova in Storia dell’Arte Moderna, ha condotto studi sulle esposizioni di arte antica e barocca nella Torino degli anni Trenta del Novecento e su Carlo e Amedeo di Castellamonte, architetti e ingegneri alla corte dei Savoia. Si occupa prevalentemente di arte barocca e critica, con qualche incursione nel campo della fotografia e delle digital humanities. Tornata in Italia dopo una triennale esperienza di lavoro e vita a Londra, nel 2019 entra a far parte del team di Arteco.

Nemi Nemi Ferrara (1982) entra a contatto con l’arte in veste di Tecnico del Restauro di Dipinti e Opere Contemporanee (2002-2005) e studia Storia dell’Arte all’Università di Torino (2005-2008). Si avvicina all’arte contemporanea lavorando in Italia e all’estero (CENDEAC, Spagna, 2007-2010) e partecipa ad eventi di respiro internazionale (Biennale M8 2010-2011). Oggi continua a coltivare la sua passione in qualità di Guida Turistica freelance, abilitata in inglese, francese e spagnolo.

fotogiulia Giulia Fiumara (1984) dopo una laurea specialistica in Lingue straniere per la Comunicazione Internazionale, con una tesi sulle politiche culturali di André Malraux, nel 2009 si trasferisce in Francia, dove consegue un Master in Mediazione della Cultura e del Patrimonio presso l’Università di Avignone. Negli anni collabora con il Musée de Romans-sur-Isère, la Cité du Design e la Biennale Internationale du Design di Saint-Etienne. In seguito, a Lione e in area metropolitana lionese, lavora in ambito educativo per la Biennale di Arte Contemporanea di Lione e per il Rize. Ha un forte interesse teorico per le politiche culturali, in particolare quelle legate allo sviluppo del territorio, all’interdisciplinarità e all’accessibilità.

IMG_0530 copia Martina Furno (1991) si laurea in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi sull’illustrazione per ragazzi tra Francia e Italia negli anni Trenta. Nel 2015 approfondisce i suoi interessi a Parigi, dedicandosi allo studio della museologia e della critica d’arte contemporanea e scrivendo per il blog collaborativo “LeBourdon – actualités de l’art contemporain”. Dal 2014 collabora con Areacreativa42 di Rivarolo Canavese (TO) in qualità di curatrice e responsabile dell’area educativa; dal 2016 si occupa di ricerca storico-artistica per un collezionista privato. Entra a far parte del team di Arteco nel 2017.

viola Viola Gesmundo (1987), architetta ed illustratrice. Da Foggia si trasferisce a Torino, studia a Parigi e si laurea in Architettura al Politecnico di Torino. Vive tra Rotterdam e Torino e lavora come illustratrice freelance. Ha illustrato due libri per l’infanzia con Matilda Editrice Una strada per Rita (2017) e Se dico no (2018). Lavora da anni al tema della cura e dell’interazione tra città uomini, donne bambini. Realizza murales ed illustra per WeTransfer, Aspirina, DrawingTheTimes, TQueef, Carie. Dal 2018 collabora con Arteco.

nicol Nicol Guerra (1992) nel 2015 ottiene la laurea in Belle Arti all’Accademia Cignaroli (Verona) con una tesi sull’autoritratto fotografico. Dal 2015 al 2017 frequenta un Master di arte contemporanea – pratica e teoria – al College of Fine Arts (Edinburgh University) in cui esplora il concetto di memoria nell’era digitale attraverso le arti performative. Dal 2018 vive a Torino dove organizza Drawing Nights Turin, workshop legati al disegno e allo story-telling. Dal 2019 inizia la collaborazione con Arteco.

daniele Daniele Licata (1987) studia Pittura presso l’Accademia Albertina di Torino, dove si è laureato nel 2014 con una tesi in Fenomenologia delle Arti Contemporanee. Si avvicina alla mediazione culturale grazie ad Artissima e ai suoi progetti speciali: 98 Weeks (Museo Diffuso della Resistenza, Torino, 2012) Repertory (Palazzo Cavour, Torino, 2013), SHIT AND DIE (Palazzo Cavour, Torino, 2014). Per la fiera, dal 2015, coordina i percorsi guidati di Lancia Ypsilon St’Art. Tra le mostre da lui raccontate, Kandinsky – L’artista come sciamano (Arca, Vercelli, 2014) e Cuba. Tatuare la storia (PAC, Milano, 2016).

Cecilia_Mainardi Cecilia Mainardi (1989) si laurea in Storia dell’arte medievale presso l’Università di Torino con una tesi sulla collezione di libri manoscritti del fiammingo Louis de Bruges. Da alcuni anni è impegnata nel campo dell’arte e dell’educazione: dal 2014 al castello di Racconigi e in altri castelli della provincia cuneese; dal 2015 collabora come guida volontaria per il Museo Diocesano di Susa. Impegnata in attività di tutorato in Storia dell’arte medievale presso l’Università ha partecipato alla stesura di un repertorio sui primitivi piemontesi. Collabora con Arteco dal 2017.

IMG_0537 Sergio Manca (1987) Laureato in storia dell’arte presso l’Università degli studi di Torino nel 2014, con una tesi su una parte del fondo di stampe italiane e francesi del Seicento e Settecento della Biblioteca Nazionale di Torino. Lavora nel campo della mediazione culturale d’arte, come educatore e guida presso il Castello di Masino e la Basilica di Superga, dove ricopre anche l’incarico di referente per i servizi museali. Collabora con fondazioni, associazioni culturali, amministrazioni locali e gallerie d’arte, anche nelle vesti di curatore. È autore e speaker della trasmissione di cinema “L’ultima fila” sulla web radio RadioOhm. Entra nel team di Arteco nel 2017.

martina Martina Massavelli (1990) Architetto, si laurea al Politecnico di Torino nel 2014 con una tesi sulla conservazione preventiva del patrimonio architettonico. Nel 2018 consegue il diploma di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio presso la Sapienza di Roma sul restauro dei beni danneggiati dai sismi. Si occupata di conservazione, valorizzazione ed educazione al patrimonio attraverso ricerche personali e collaborazioni professionali. A partire dal 2018 entra a far parte del team Arteco.

elena Elena Patrignani (1988) Ottiene la laurea magistrale in Storia dell’arte all’Università di Torino con una tesi sul legame tra satira politica e illustrazione per l’infanzia durante la prima guerra mondiale. Dal settembre 2015 lavora come mediatrice culturale d’arte per la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Nella primavera 2016 cura il corso Raccontare l’arte diretto agli insegnati membri dell’AIMC. Nel 2016 entra a far parte del team Arteco.

elisa Elisa Rugolo (1991) Si laurea in Storia dell’Arte all’Università degli studi di Torino ed ottiene una laurea magistrale in Economia e Gestione delle Arti all’Università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi sul collezionismo d’arte contemporanea in Italia. Impegnata da alcuni anni nel settore della didattica, collabora dal settembre 2017 ai progetti educativi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Entra a far parte del team Arteco nel 2018.

60520142_10156777987498551_8718920220904783872_o Julia Schneider (1981) Ha ottenuto un bachelor in economia e un master in lingue, conclusosi con una tesi sulla competenza comunicativa interculturale. Dopo aver lavorato nel settore turistico e nell’organizzazione di eventi a Barcellona e Bruxelles, si trasferisce a Berlino nel 2009 per dedicarsi all’insegnamento del tedesco per stranieri. Dal dicembre 2016 lavora come insegnante al Goethe-Institut Torino. Nella primavera 2019 entra a far parte del team Arteco.

Sperandio_WEB Livia Sperandio (1991) Si laurea in Storia dell’Arte nel 2013. Dedica gli ultimi due anni del percorso formativo alla cultura visuale e all’immagine frequentando il Master di Fondazione Fotografia Modena. Tra novembre e dicembre del 2016 prosegue la propria ricerca partecipando a una residenza al Royal College of Art di Londra. Nei primi mesi del 2017, in occasione di uno stage, lavora come assistente nello studio di Toni Thorimbert. Dal 2017 è docente di post-produzione presso il Master di alta formazione sull’immagine contemporanea di Fondazione Fotografia Modena. Per tutto il 2018 prende parte a Parallel – European Photo Based Platform. Da maggio 2018 è responsabile ufficio stampa per DAMA. Inizia a collaborare con il team Arteco nel 2019.

cate Caterina Squillacioti (1985) Performer e autrice (Alto Fest-Naples, La voce del Corpo, La Piattaforma Teatro Coreografico) è laureata in Storia della critica d’arte. Ha lavorato come educatrice nel progetto 1,2,3 Click! e come mediatrice culturale per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico attraverso i linguaggi performativi (A piece about us, Mao in danza). Attualmente riveste lo stesso ruolo oltre che per Arteco, anche in progetti di outdoor education attraverso la danza e i linguaggi del corpo.

Marina 1 Marina Valfrè (1992) Dopo la Laurea Triennale in Conservazione dei Beni Culturali (Università di Ferrara), prosegue il percorso universitario ottenendo la Laurea Specialistica in Economia dell’Arte (Università Ca’ Foscari). Parallelamente al percorso accademico segue un corso di specializzazione in Comunicazione dell’Arte presso lo IED di Venezia. Attualmente sta conseguendo un master di secondo livello in Museologia (Università Cattolica). Dal 2018 lavora per Arteco.

Bionda Alice Zatti (1984) si è laureata nel 2010 in Storia e Metodologia del Museo, del Restauro e delle tecniche artistiche presso l’università di Torino con una tesi in Arti Decorative su Giovanni Gariboldi ceramista e designer. Dal 2010 al 2014 ha lavorato come guida turistica a Brescia e a Torino e come accompagnatrice turistica in Italia e all’estero. Attualmente vive e lavora a Torino come insegnante di storia dell’arte nella scuola secondaria superiore.

Negli anni hanno collaborato con noi: Annalisa Pellino, Erika Cristina, Elisa Campanella, Daniele Campobenedetto, Sophie Canteneur, Simona Castaldo, Federica Cerbarano, Adele Corvo, Laura Di Cicco, Giulia Gallo, Valerio Gioria, Alessandra Giovannini Luca, Beatrice Meloni, Rita Pagani, Enrico Partengo, Simona Pompei, Valeria Primo, Beatrice Rapetti, Elisabetta Reali, Giulia Sacchi, Francesca Simondi, Giulia Turcati, Sara Vescovo


Print About Me 

Pam7 L’idea nasce nel settembre 2011 a Torino prendendo la forma di contest internazionale dedicato alle tecniche di stampa tradizionali, ma presto si trasforma in progetto editoriale e residenza d’artista (Ménage à trois). L’obiettivo è quello di attivare nuove collaborazioni con illustratori, artisti e graphic designer per realizzare edizioni in tiratura limitata di libri e stampe. Curato da Beatrice Zanelli (Arteco), Paolo Berra, Mattia Macchieraldo (Ohne Titel Press), in collaborazione con Stefano Riba (Van Der Gallery).


Vuoi sapere come funziona Arteco? ecco l’organigramma


Photo Credits ©Francesco del Conte


Curatorship and Art Project Management

Beatrice Zanelli (1982), art historian and curator. In 2008 she graduated in History and protection of the archaeological heritage at the University of Turin and in 2016 obtain PhD in History of Architecture and Urbanism at the Polytechnic of Turin. From 2007 to 2011 she works at Accademia Albertina of Fine Arts in Turin, dealing with the catalogue of the graphic collection and of the Pinacoteca Albertina’s art collection, as well as participating in the curatorship of events. In 2010 she founded Arteco, association with which she follows the curatorship projects related to the enhancement of the historical and artistic heritage, the promotion of young artists and the education. From 2013 to 2015, she follows the education department activities of the Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, operated by Arteco, and currently she follows the unanimous coordination.


Educational curators 

Marta Di Vincenzo (1982). Architect, after her Bachelor in History and conservation of architectural and environmental heritage, Marta attains a Master’s Degree in Architecture at Politecnico di Torino in 2007. She collaborates with architecture and art magazines in Belgium, Italy and England. In 2009 she contributes to the creation of PLinto, a project supported by Politecnico di Torino. She is co-founder of  Yellowbasket srl – first Italian multichannel retail company completely dedicated to design for kids – and Yellowbasket Officina, a cultural platform operating in the fields of education and event management. In 2015 she collaborates with Fondazione Sandretto Re Rebaudengo and Institute for Production of Wonder and she volunteers for Exhibitioff group and Toyssimi project. Moreover, in the same year she starts working as communication coordinator for Alliance française di Torino and she starts her collabotion with Arteco.

Ersilia Rossini (1982) graduated in 2008 in Methodology and History of museums, restoration and artistic techniques at University of Turin. In 2010 she awarded a Master Degree in Contemporary art curator at Sapienza – University of Rome and in 2016 she specialized in Historical and Artistic Heritage at University of Genoa. She deals with cataloguing activities collaborating with Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio del Piemonte. Besides dealing with cultural promotion activities and art-historic research, from 2010 she mainly deals with museum learning and education, working with different museums as the Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica and the Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli. 


Council member

Fabio Cafagna (1983) conducted a PhD in History of Art Criticism at the Sapienza – University of Rome (2015). His research project, carried out under the supervision of prof. Claudia Cieri Via and prof. Claudio Zambianchi, titled Forms and meanings of the body. Towards a history of the relationships between artistic anatomy and anatomical iconography in 19th-century Turin, entailed the reconstruction of the history of the chair of artistic anatomy at the Academy of Fine Arts in Turin in the 19th century. Interested in the relationship between art and science, he graduated in 2009 with a dissertation titled Clues, symptoms, traces. Artistic and scientific experiences in the 19th century, then published with the same title a year later. In 2010 he was a grantee at the Accademia Nazionale di San Luca in Rome, for which he carried out a research on the Italian anatomic waxes at the Wellcome Institute in London. Since 2014 he is assistant professor in History of Contemporary Art at the Università degli Studi dell’Insubria (Como). Since 2008 he has collaborated in cataloguing the collections of GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, and in 2010-11 he catalogued for the Regione Piemonte the collection of contemporary engravings at the Department of prints and drawings in the Library of the Accademia Albertina in Turin.


Organizational secretariat and Communication Marina Valfrè


Fundraiser

Francesco La Rocca (1983). In 2007 He received his Bachelor degree in Development and Cooperation at Univeristà degli Studi di Torino. Between 2007-2010 He worked in the field of International Cooperation in Francophone West-Africa and East-Europe. 2011 Master degree in International Relation and Human Rights. In 2012 he awarded the grant Master dei Talenti Fondazione CRT in Brussels as Policy Officer and EU Project Assistant. From 2014 he is Project and internationalization Officer for Social Cooperative Synergica.


Museum mediators and educators

Felipe Aguila (1977) is an artist that Lives and works in Turin, Italy. He studied at the Universidad de Chile, School of Visual Arts graduated in 1998, majoring in painting. In 2000 won a scholarship that allowed him to enroll Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, frequenting the painting course until 2004. He joined Arteco at 2017.

Francesca Bocasso (1982) Graduated in History of Modern Art at the University of Turin and specialised at the University of Genoa, she has been studying ancient and baroque art exhibitions in Turin during the 1930s and Carlo and Amedeo di Castellamonte, architects and engineers at the Savoy’s court. She mainly looks after baroque art and art criticism, but her interests cover photography and digital humanities too. Back from a three-year working and life experience in London, she joined Arteco team in 2019.

Nemi Ferrara (1982) started her carrier studying Art Conservation and Restoration of Canvas and Contemporary Artworks (Brescia, 2002-2005) and Art History (Turin, 2005-2008). She travelled and worked in Italy and abroad (Documentation Centre and Contemporary Art Advanced Studies, Spain, 2007-2010) taking part to international events as Manifesta8 – The European Biennial of Contemporary Art in Murcia, Spain (2010-2011). Nowadays she lives and works as Tourist Guide in Turin.

Martina Furno (1991) is an art historian, graduated at the University of Turin with a dissertation concerning press illustration for children between France and Italy in the 1930’s. In 2015 she deepened her researches in Paris studying Museology and Art Criticism and collaborating with the blog “LeBourdon – actualités de l’art contemporain”. Since 2014 she has worked with Areacreativa42 based in Rivarolo Canavese (Turin) as a curator and cultural mediator; in 2016 she started doing researches for a private art collector. She joined Arteco in 2017.

Viola Gesmundo (1987), architect and illustrator. From Foggia she moved to Turin, she studied in Paris, and graduated in architecture at Politecinco of Turin. She currently lives between Turin and Rotterdam and works as freelance. She illustrated two children’s book with Matilda Editrice Una strada per Rita” (2017) e “Se dico no” (2018). Viola has been working about the theme of care and interactions between towns and oeople. She works on murales and she draws for WeTransfer, Aspirina, DrawingTheTimes, TQueef, Carie. From 2018 she collaborates with Arteco.

Nicol Guerra (1992) graduated in Fine Arts at the Accademia Cignaroli (Verona) with a final dissertation dealing with photographic self-portrait. From 2015 to 2017 she attended a Master in Contemporary Art – Practice and Theory – at the College of Fine Arts (Edinburgh University). Through performative arts, she explored the concept of memory in the digital era. Since 2018 she has been living in Turin where she organises Drawing Nights Turin, a serie of workshops with a focus on drawing and story telling. In 2019 she starts collaborating with Arteco. 

Daniele Licata (1987) studied Painting in Turin, at the Albertina Fine Arts Academy, where he graduated with a  thesis on Phenomenologies of Contemporary Arts in 2014. He approached the techniques of cultural mediation thanks to Artissima and its special projects:  98 Weeks (Museo Diffuso della Resistenza, Turin, 2012) Repertory (Palazzo Cavour, Turin, 2013), SHIT AND DIE (Palazzo Cavour, Turin, 2014). For the fair, since 2015, he has been coordinating the Lancia Ypsilon St’Art guided tours. Among the art exhibitions he has worked for, Kandinsky – L’artista come sciamano (Arca, Vercelli, 2014) and Cuba. Tatuare la storia (PAC, Milan, 2016). 

Cecilia Mainardi (1989) graduated in Medieval Art History at the University of Turin with a dissertation concerning the flemish Louis de Bruges’ manuscript collection. Since few years she is active in the art and educational fields: since 2014 she works in the Racconigi castle as well in other castles in Cuneo province; since 2015 collaborates as volunteer guide for Museo Diocesano of Susa. She is involved in tutoring on medieval art history at the University of Turin, she co-writed a catalogue about “primitive piemontesi”. She collaborated with Arteco since 2017.

Sergio Manca (1987) Graduated in Art History from the University o f Turin in 2014, with a dissertation about french and italian prints between XVII and XVIII century, from the collection of the National Library of Turin. He currently works as cultural mediator of art as a guide and educator at Masino Castle and Basilica of Superga, where he’s also responsible form museum services. He Cooperates with foundations, cultural associations, municipalities and art galleries, also as exhibition curator. He’s author and speaker for the web radio (RadioOhm) broadcast, about cinema, “L’ultima fila”. He joined Arteco in 2017.

Martina Massavelli (1990) Architect, she graduated from Polytechnic of Turin in 2014 with a thesis on the preventive conservation of architectural heritage. In 2018 she obtained a Master Degree in Architectural Heritage and Landscape at the Sapienza of Rome with a restoration project of buildings damaged by earthquakes. She carries on personal researches and professional collaborations in cultural heritage conservation, enhancement and education fields. In 2018 he joined the Arteco team.

Elena Patrignani (1988) She obtained a degree in Art History at the University of Turin with a thesis on the relationship between political satire and illustration for children during World War II. Since September 2015 she works as a cultural mediator of art for the Sandretto Re Rebaudengo in Turin. In spring 2016 she curated the course Telling the art aimed at AIMC members. In 2016 she also joined Arteco team.

Elisa Rugolo (1991) Graduated in Art History at the University of Turin, she obtained a degree in Economics of Art at the Ca’ Foscari University in Venice, with a dissertation concerning the collecting of contemporary art in Italy. For a few years she operates in the educational field. Since September 2017 she collaborates with Fondazione Sandretto Re Rebaudengo on educational projects. In 2018 she joined Arteco team.

Julia Schneider (1981) She held a bachelor’s degree in economics and a master’s degree in languages, the latter obtained with a thesis on intercultural communicative competence. After working in the tourism and event sector in Barcelona and Brussels, she moved to Berlin in 2009 to teach German as a foreign language. Since December 2016 she works as a teacher at the Goethe-Institut Torino. In spring 2019 she joined the Arteco team.

Livia Sperandio (1991) She graduated in Cultural Heritage in  2013.From 2014 to 2016 she attended the Master of Fine Arts in Imaging Arts and Photography of Fondazione Fotografia Modena. Between November and December 2016 she developed her artistic research by partecipating in a residency at the Royal College of Art, in London. In early 2017, during an internship, she worked as assistant in Toni Thorimbert’s studio. Since 2017 she teaches Post-production at the Master Programme at Fondazione Fotografia Modena. Throughout 2018 she took part in Parallel- European PhotoBased Platform. In 2018 she began working in the press office of DAMA. In 2019 she joined the Arteco team. 

Caterina Squillacioti (1985) Performer and author (Alto Fest-Naples, La voce del Corpo, La Piattaforma Teatro Coreografico Turin), she graduated in History of art criticism at the University of Turin. Sheworked as an educator in 1,2,3 Click! project and as a cultural mediator in order to promote the cultural and artistic heritage through performing arts (A piece about us, Mao in danza). With the same role she currently works as a museum educator and mediator for Arteco and in outdoor education projects using dance and body language.

Marina Valfrè (1992) After graduating in Conservation of the Cultural Heritage, she obtained a master degree in Art Business while following a course in Art Comunication at the European Design Institute. Now she is specializing in Museology. Since 2018 she works for Arteco.

Alice Zatti (1984)  graduated in 2008 in Methodology and History of museums, restoration and artistic techniques at University of Turin with a thesis in Decoratives Arts on the issue Giovanni Gariboldi ceramist and  designer. From 2010 to 2014 she worked as tourist guide in Brescia and Torino and as Tour leader in Italy and abroad. Nowadays she lives and works as Art History teacher in the high school in Turin.


Print About Me is a crew more than a collective, based in Torino. Born in September 2011 as a printmaking meeting and contest, soon evolved into an editorial project and artists residency (Ménage à trois). Its goal is working with illustrators, artists and graphic designers to realize limited edition, books and prints. Curated by Beatrice Zanelli (Arteco), Paolo Berra and Mattia Macchieraldo, in collaboration with Stefano Riba (Van Der Gallery).


Organizational Chart